CURIA
rss
Archivi storici

Presentazione

Le istituzioni europee, in conformità della normativa adottata nel 1983, 2003 et 2015 riguardo all'apertura al pubblico degli archivi storici delle istituzioni dell'Unione europea, sono tenute a costituire i loro archivi storici e a garantirne l'apertura al pubblico.
In tale contesto, la Corte ha deciso di depositare i propri archivi presso l'Istituto universitario europeo (IUE) di Firenze e di metterli così a disposizione dei ricercatori universitari, degli storici e, più in generale, dei cittadini dell'Unione.
Le norme che disciplinano il trasferimento degli archivi storici all'IUE di Firenze, nonché le modalità di accesso al pubblico sono definite dalla decisione della Corte di giustizia dell'Unione europea del 10 giugno 2014, relativa al deposito degli archivi storici della Corte di giustizia dell'Unione europea presso gli archivi storici dell'Unione europea (Istituto Universitario europeo).

Gli interessati sono del pari invitati a consultare la pagina degli Archivi storici dell'Unione europea.

Di quali documenti si tratta?

Gli archivi storici sono costituiti dai documenti prodotti o ricevuti dalle istituzioni nel quadro dello svolgimento della loro missione, purché siano stati selezionati per essere conservati permanentemente e risalgano a più di trent'anni.
La Corte ha deciso di consentire l'accesso non solo ai documenti di natura amministrativa, ma anche agli archivi a carattere giurisdizionale. Tutti gli archivi storici della Corte che sono consultabili sono riportati nell'inventario degli Archivi storici dell'Unione europea (ASUE).
La possibilità di accedere agli archivi storici è nondimeno soggetta ad un previo esame della domanda.

A chi rivolgersi?

Si può chiedere l'accesso ad uno o più fascicoli degli archivi storici mediante la casella di posta elettronica dedicata degli Archivi storici dell'Unione europea.
La domanda di accesso sarà oggetto di un esame approfondito, alla luce, ad esempio, della tutela della vita privata, degli interessi commerciali o del segreto delle deliberazioni. La durata della trattazione della domanda può di conseguenza variare secondo la complessità o il volume del fascicolo.

Come consultare gli archivi?

Qualora l'accesso sia stato accordato, il richiedente avrà la possibilità di consultare, gratuitamente, i documenti presso l'Istituto universitario europeo (IUE) di Firenze.
Per ulteriori precisazioni riguardo alle modalità di consultazione, gli interessati possono fare riferimento alla già citata decisione della Corte del 10 giugno 2014.

Informazioni e contatti

Per qualsiasi ulteriore informazione, ci si può rivolgere con messaggio di posta elettronica al servizio responsabile della gestione degli archivi storici della Corte di giustizia dell'Unione europea.

 

.