Language of document :

Impugnazione proposta il 10 gennaio 2013 da Gérard Buono, Jean-Luc Buono, Roger Del Ponte, Serge Antoine Di Rocco, Jean Gérald Lubrano, Jean Lubrano, Jean Lucien Lubrano, Fabrice Marin, Robert Marin avverso la sentenza del Tribunale (Quinta Sezione) del 7 novembre 2012, T-574/08, Syndicat des thoniers méditerranéens e a. / Commissione

(Causa C-12/13 P)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrenti: Gérard Buono, Jean-Luc Buono, Roger Del Ponte, Serge Antoine Di Rocco, Jean Gérald Lubrano, Jean Lubrano, Jean Lucien Lubrano, Fabrice Marin, Robert Marin (rappresentanti: avv.ti A. Arnaud e P.-O. Koubi-Flotte)

Altre parti nel procedimento: Commissione europea, Syndicat des thoniers méditerranéens, Marc Carreno, Jean Louis Donnarel, Jean-François Flores, Gérald Jean Lubrano, Hervé Marin, Nicolas Marin, Sébastien Marin, Serge Antoine José Perez

Conclusioni dei ricorrenti

annullare la sentenza del 7 novembre 2012, T-574/08;

condannare l'Unione a corrispondere le seguenti somme:

per il sig. Gérard Buono (ricorrente n. 1) ed il sig. Jean Luc Buono (ricorrente n. 2), che agiscono congiuntamente per le loro navi GERARD LUC III e IV, è richiesta la somma di EUR 1 523 588,94;

per il sig. Roger Del Ponte (ricorrente n. 3), che agisce per la nave ROGER CHRISTIAN IV, è richiesta la somma di EUR 1 068 600;

per il sig. Serge Antoine Di Rocco (ricorrente n. 4), che agisce per la nave ANNE ANTOINE II, è richiesta la somma di EUR 1 094 800;

per il sig. Jean Gérald Lubrano (ricorrente n. 5), che agisce per la nave VILLE D'ARZEW II, è richiesta la somma di EUR 855 628,20;

per il sig. Jean Lubrano (ricorrente n. 6) ed il sig. Jean Lucine Lubrano (ricorrente n. 7), che agiscono congiuntamente per le loro navi GERALD JEAN III e IV, è richiesta la somma di EUR 1 523 588,94;

per il sig.Fabrice Marin (ricorrente n. 8) ed il sig. Robert Marin (ricorrente n. 9), che agiscono congiuntamente per la loro nave ERIC MARIN, è richiesta la somma di EUR 865 784,59;

in subordine, rinviare la causa dinanzi al Tribunale affinché esso statuisca nuovamente sulla base delle soluzioni fornite dalla Corte.

Motivi e principali argomenti

I ricorrenti deducono tre motivi a sostegno della loro impugnazione.

In primo luogo, i ricorrenti addebitano al Tribunale di aver applicato un'errata qualificazione del danno da loro subito, nell'ambito del motivo vertente sull'esistenza di una responsabilità extracontrattuale per atto illecito.

In secondo luogo, i ricorrenti affermano che il Tribunale, non procedendo alla corretta valutazione del danno individualmente subito da ciascuno di loro, ha violato i diritti fondamentali garantiti dal diritto dell'Unione.

In terzo luogo, e in subordine, i ricorrenti addebitano al Tribunale di non aver riconosciuto, in base ai principi generali comuni agli ordinamenti giuridici degli Stati membri, una responsabilità extracontrattuale lecita.

____________