Language of document : ECLI:EU:F:2013:11

SENTENZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DELL’UNIONE EUROPEA

(Prima Sezione)

5 febbraio 2013

Causa F‑25/12

Paul-Henri Presset

contro

Commissione europea

«Funzione pubblica – Retribuzione – Indennità giornaliera – Presupposto per la concessione»

Oggetto: Ricorso, proposto ai sensi dell’articolo 270 TFUE, applicabile al Trattato CEEA in forza del suo articolo 106 bis, con il quale il sig. Presset chiede al Tribunale l’annullamento della decisione con cui la Commissione europea gli ha negato il beneficio dell’indennità giornaliera.

Decisione: Il ricorso è respinto. Il ricorrente sopporterà le proprie spese ed è condannato a sopportare le spese sostenute dalla Commissione.

Massime

Funzionari – Rimborso delle spese – Indennità giornaliera – Oggetto

(Statuto dei funzionari, art. 20; allegato VII, art. 10, § 1)

L’indennità giornaliera mira a compensare le spese e gli inconvenienti determinati dall’esigenza di trasferirsi o di sistemarsi provvisoriamente nel luogo della sede di servizio, pur mantenendo, parimenti in via provvisoria, la propria residenza nel luogo di assunzione o della precedente assegnazione.

(v. punto 31)

Riferimento:

Corte: 30 gennaio 1974, Louwage/Commissione, 148/73 (punto 25); 5 febbraio 1987, Mouzourakis/Parlamento, 280/85 (punto 9)

Tribunale di primo grado: 10 luglio 1992, Benzler/Commissione, T‑63/91 (punto 20); 12 dicembre 1996, Mozzaglia/Commissione, T‑137/95 (punto 46); 12 dicembre 1996, Monteiro da Silva/Commissione, T‑74/95 (punto 53); 20 agosto 1998, Collins/Comitato delle regioni, T‑132/97 (punto 41); 2 maggio 2001, Cubeta/Commissione, T‑104/00 (punto 38); 15 luglio 2004, Gouvras/Commissione, T‑180/02 e T‑113/03 (punto 163)