Language of document : ECLI:EU:F:2014:93

SENTENZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DELL’UNIONE EUROPEA

(Terza Sezione)

14 maggio 2014

Causa F‑34/13

Christodoulos Alexandrou

contro

Commissione europea

«Funzione pubblica – Concorso generale – Bando di concorso EPSO/AD/231/12 – Esclusione dalla partecipazione alle prove di valutazione – Accesso ai documenti»

Oggetto: Ricorso, proposto ai sensi dell’articolo 270 TFUE, applicabile al Trattato CEEA in forza del suo articolo 106 bis, con il quale il sig. Alexandrou chiede l’annullamento delle decisioni di escluderlo dalle prove di valutazione del concorso EPSO/AD/231/12, comunicate dall’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) il 28 giugno e il 16 luglio 2012, nonché della decisione del 31 gennaio 2013 recante rigetto del suo reclamo del 25 settembre 2012 contro dette decisioni.

Decisione:      Il ricorso è respinto. Il sig. Alexandrou sopporterà le proprie spese nonché quelle sostenute dalla Commissione europea.

Massime

Funzionari – Concorso – Commissione giudicatrice – Eliminazione di un candidato per i risultati insufficienti conseguiti alle prove a scelta multipla – Obbligo di motivazione – Portata – Comunicazione del voto di eliminazione finale – Motivazione sufficiente salve circostanze particolari

(Statuto dei funzionari, art. 25, comma 2)

L’obbligo di motivazione di una decisione che arreca pregiudizio, qual è una decisione adottata da una commissione giudicatrice riguardo a un candidato, ha lo scopo, da un lato, di fornire all’interessato le indicazioni necessarie per accertare se la decisione sia o meno fondata e, dall’altro, di renderne possibile il sindacato giurisdizionale.

In assenza di circostanze particolari, un’amministrazione che organizza prove di selezione basate su domande a scelta multipla soddisfa l’obbligo di motivazione comunicando ai candidati che hanno fallito tali prove la proporzione, in percentuale, delle risposte corrette e trasmettendo loro, in caso di richiesta in tal senso, la risposta che bisognava dare a ciascuna delle domande poste.

(v. punti da 30 a 33)

Riferimento:

Tribunale di primo grado: 23 gennaio 2003, Angioli/Commissione, T‑53/00, punto 67, e del 27 marzo 2003, Martínez Páramo e a./Commissione, T‑33/00, punto 43

Tribunale della funzione pubblica: 29 giugno 2011, Angioi/Commissione, F‑7/07, punti da 136 a 138