Language of document :

Impugnazione proposta il 19 gennaio 2015 dalla Commissione europea avverso la sentenza del Tribunale (Seconda Sezione ampliata) del 7 novembre 2014, causa T-399/11, Banco Santander e Santusa / Commissione

(Causa C-21/15P)

Lingua processuale: lo spagnolo

Parti

Ricorrente: Commissione europea (rappresentanti: R. Lyal, B. Stromsky, C. Urraca Caviedes e P. Němečková, agenti)Altre parti nel procedimento: Banco Santander, S.A. e Santusa Holding, S.L.Conclusioni delle ricorrentiLe ricorrenti chiedono che la Corte voglia:annullare la sentenza impugnata;rin

one europea (rappresentanti: R. Lyal, B. Stromsky, C. Urraca Caviedes e P. N

ěmečková, agenti)Altre parti

nel procedimento: Banco Santander, S.A. e S

a

ntusa Holding, S.L.Conclusioni d

ione è formato di due parti, che costituiscono l’errore di diritto individuato:in primo luogo, il Tribunale

commette un errore i

mponendo, al fine di dimostrar

e che una misura è selettiva, l’obbligo di determinare un gruppo di imprese con caratteristiche specifiche e intrinseche (identificabili ex ante); ein secondo luogo, il Tribunale ha erroneamente interpretato la nozione di s

elettività, giacché ha effettuato una distinzione artificiale fra gli aiuti all’esportazione di beni e gli aiuti al

l’esportazione di capitali.