Language of document :

Ricorso proposto il 28 febbraio 2019 – AM / BEI

(Causa T-134/19)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: AM (rappresentanti: L. Levi e A. Champetier, avvocati)

Convenuta: Banca europea per gli investimenti

Conclusioni

Il ricorrente chiede che il Tribunale voglia:

dichiarare il presente ricorso ricevibile e fondato:

di conseguenza,

annullare le decisioni del Presidente della BEI del 30 giugno 2017 e dell’11 dicembre 2017 nella parte in cui negano al ricorrente di beneficiare dell’indennità di mobilità geografica di cui all’articolo 1.4 delle disposizioni amministrative applicabili al personale;

per quanto necessario, annullare la decisione del Presidente della BEI del 20 novembre 2018 che respinge le conclusioni della commissione di conciliazione e conferma le decisioni del 30 giugno 2017 e dell’11 dicembre 2017;

di conseguenza,

condannare la convenuta al pagamento dell’indennità di mobilità geografica retroattivamente a partire dal 1° aprile 2017, ossia, alla data in cui è stato proposto il presente ricorso EUR 36 045,6 (EUR 1 567,20 x 23 mesi);

condannare la convenuta al pagamento degli interessi di mora sull’indennità di mobilità geografica dovuta dal 1° aprile 2017 e fino al pagamento integrale; gli interessi di mora sono fissati al tasso d’interesse della Banca centrale europea aumentato di 2 punti.

Motivi e principali argomenti

A sostegno del ricorso, il ricorrente deduce quattro motivi.

Primo motivo, vertente sulla violazione dell’articolo 1.4 delle disposizioni amministrative applicabili al personale e violazione degli articoli 1 e 11 dell’allegato VII a tali disposizioni.

Secondo motivo, vertente sulla violazione dei principi di tutela del legittimo affidamento, di prevedibilità giuridica e del principio di sollecitudine.

Terzo motivo, vertente sulla violazione del principio di non discriminazione dell’articolo 1.3 del Codice di condotta del personale della BEI e dell’articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

Quarto motivo, vertente sulla violazione del principio di buona amministrazione e del termine ragionevole.

____________