Language of document :

Ricorso proposto il 19 maggio 2008 - Giannini / Commissione

(Causa F-49/08)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: Massimo Giannini (Bruxelles, Belgio) (rappresentanti: avv.ti L. Levi e C. Ronzi)

Convenuta: Commissione delle Comunità europee

Oggetto e descrizione della controversia

Da un lato, l'annullamento della decisione di licenziamento del ricorrente e la condanna della convenuta al pagamento delle spettanze conseguenti al proseguimento del contratto nonché l'annullamento di talune decisioni che negano al ricorrente il beneficio di spettanze. Dall'altro, la richiesta di risarcimento dei danni materiali e morali subiti dal ricorrente.

Conclusioni del ricorrente

annullare la decisione di licenziamento del ricorrente comunicata il 10 luglio 2007;

all'occorrenza, annullare la decisione che respinge il reclamo notificata il 5 febbraio 2008;

condannare la Commissione al pagamento delle spettanze conseguenti al proseguimento del contratto del ricorrente (segnatamente, lo stipendio di base, la deduzione delle indennità di disoccupazione versate, gli assegni, le indennità e i rimborsi calcolati in base alla durata triennale del contratto, e le spese di viaggio dalla sede di servizio al luogo di origine) oltre a interessi di mora a decorrere dalla data di esigibilità fino al momento dell'effettivo e completo pagamento, calcolati in base al tasso stabilito dalla Banca centrale europea per le principali operazioni di rifinanziamento, applicabile durante il periodo interessato, aumentato di tre punti percentuali;

in ogni caso, annullare le decisioni 27 luglio 2007 e 20 settembre 2007 di operare una ritenuta di EUR 5 218,22 sulla retribuzione del ricorrente per il mese di agosto 2007 corrispondente a una parte delle spese di viaggio dalla sede di servizio al luogo di origine del ricorrente e, di conseguenza, il rimborso di tale importo di EUR 5 218,22 oltre a interessi di mora a decorrere dal 15 agosto 2007, sino a effettivo e completo pagamento, calcolati in base al tasso stabilito dalla Banca centrale europea per le principali operazioni di rifinanziamento, applicabile durante il periodo de quo, aumentato di tre punti percentuali;

in ogni caso, annullare la decisione 28 agosto 2007 di limitare l'indennità di prima sistemazione a un terzo dell'importo percepito nel mese di novembre 2006 e di recuperare gli altri due terzi, cioè EUR 4 278,50 sulla retribuzione di febbraio 2006 e, di conseguenza, disporre il rimborso di suddetto importo di EUR 4 278,56 oltre a interessi moratori a decorrere dal 15 febbraio 2008, sino a effettivo e completo pagamento, calcolati in base al tasso stabilito dalla Banca centrale europea per le principali operazioni di rifinanziamento, applicabile durante il periodo interessato, aumentato di tre punti percentuali;

riconoscere un risarcimento del danno materiale e morale subito valutato, a titolo di provvisionale, in EUR 200 000;

condannare la Commissione delle Comunità europee alle spese.

____________