Ricorso presentato il 30 aprile 2007 - Baudelet-Leclaire / Commissione

(Causa F-40/07)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: Cécile Baudelet-Leclaire (Bruxelles, Belgio) (rappresentante: avv. M. Korving)

Convenuta: Commissione delle Comunità europee

Conclusioni della ricorrente

constatare la discriminazione tra i candidati "interni" alle istituzioni europee e quelli esterni nell'ambito del concorso EPSO/AST/7/05 1;

constatare che la convenuta non ha fornito prove quanto all'assenza di discriminazioni tra i candidati "interni" alle istituzioni europee e quelli esterni nell'ambito del detto concorso;

annullare il concorso di cui trattasi per violazione del principio fondamentale della parità di opportunità tra i candidati;

in subordine, ordinare alla convenuta di produrre tutti gli elementi di prova, ivi compresi, se necessario, i lavori della commissione esaminatrice coperti da segreto ai sensi dell'art. 6 dell'allegato III dello Statuto del personale, atti a dimostrare che la commissione esaminatrice non ha favorito un certo numero di candidati a motivo della loro provenienza professionale;

in assenza di prova fornita dalla convenuta, ordinare la revisione della classificazione di tutti i candidati, sulla base dei soli criteri di merito quali esposti nel bando di concorso e in imparziale applicazione del principio di parità delle opportunità tra i candidati;

condannare la convenuta alle spese.

Motivi e principali argomenti

Con lettera 29 gennaio 2007 la ricorrente è stata informata del fatto che il suo nome non sarebbe stato inserito nell'elenco di riserva in quanto i voti da essa ottenuti, seppur superiori al minimo richiesto, non rientravano tra i migliori 110.

A sostegno del suo ricorso la ricorrente fa valere in particolare una violazione del principio della parità di opportunità e di trattamento, in quanto la commissione esaminatrice avrebbe proceduto ad una discriminazione tra i candidati favorendo quelli che già disponevano di un'esperienza professionale nell'ambito delle istituzioni comunitarie, e in particolare nell'ambito della direzione generale di appartenenza della presidente della commissione esaminatrice.

____________

1 - GU C 178 A del 20.7.2005, pag. 22.