La Galleria
     
       
pixel corner-cour

pixelVera e propria via interna di 300 metri di lunghezza, 8 metri di larghezza e 9,85 metri di altezza, sormontata da una vetrata, la Galleria rappresenta la soluzione architettonica elaborata per conferire un respiro più ampio ai tre edifici aggiunti negli anni ‘80 e ‘90 al Palazzo originario e per assicurare il collegamento tra i due organi giurisdizionali e l’insieme dei servizi.
La Galleria provvede infatti al collegamento tra i nuovi e i vecchi edifici. La Galleria consente altresì l’accesso alle due Torri, all’Anello, alle aule d’udienza del Vecchio Palazzo e alla biblioteca.

 
 

brique

   
   

La Galleria assicura pertanto la funzionalità dell'insieme del complesso. Essa accoglie, oltre ad un insieme di luoghi di convivialità (banca, edicola, ristorante self service), la biblioteca e i locali della formazione professionale.

 
       

La Galleria

 
La Galleria
  fleche H

fleche G

La Galeria

   
fleche B

L'accesso alle sale di formazione

 

   
L'accesso alle sale di formazione
       
 

 L'accesso alle sale di formazione

 
       
pixel corner-cour

pixelOltre ai giudici e agli avvocati generali, circa 2000 persone prestano servizio presso la Corte di giustizia. La maggior parte di esse ha lo status di funzionari; gli altri sono agenti temporanei o agenti contrattuali. La metà circa del personale lavora nei servizi linguistici (interpretazione e principalmente traduzione); un quarto presta servizio nei gabinetti dei Membri dell'istituzione; l'ultimo quarto è occupato nei vari servizi (cancellerie, biblioteca, ricerca e documentazione, personale, finanze, informatica, servizi interni, stampa e informazione ecc.).

La formazione professionale svolge un ruolo eminente nella gestione di queste risorse umane. Non solo essa costituisce lo strumento necessario per consentire ai funzionari ed agenti di disporre delle conoscenze e delle competenze necessarie all'esercizio delle loro funzioni, ma svolge un ruolo anche nell'ambito dello sviluppo della carriera degli interessati.
Ruolo preponderante è attribuito alla formazione linguistica, il che non può sorprendere in un'istituzione il cui regime linguistico è caratterizzato da un multilinguismo integrale. È così che, sui 21000 giorni dedicati dall'insieme del personale alla formazione professionale, più dei 4/5 sono stati dedicati alla formazione linguistica. L'altro grande settore di formazione è costituito dalla formazione in materia di burotica e di informatica che si rivolge ai funzionari e agenti appena assunti nonché al personale in servizio, i quali devono adattarsi all'uso, sempre crescente nell'ambito della Corte, delle nuove tecnologie dell'informazione.

 
 

brique

   
   

Per soddisfare queste esigenze di formazione, sono state previste ben 14 sale di corsi per una superficie totale superiore a 560 m2 e contenenti più di 200 posti. Queste sale accolgono anche personale appartenente alle altre istituzioni comunitarie insediate a Lussemburgo, poiché le formazioni sono generalmente organizzate in comune dall'insieme di queste istituzioni.

 
       
 

 L'accesso alla biblioteca

 
       
pixel corner-cour

pixelFin  dai primi schizzi del progetto architettonico, un’attenzione del tutto particolare è stata prestata alla concezione della biblioteca del nuovo Palazzo, con l’obiettivo di mettere pienamente in valore la ricchezza delle sue raccolte e dei suoi strumenti documentali.
Affacciata sulla Galleria, per una lunghezza di 70 metri, e dispiegandosi su tutta la sua altezza, la biblioteca, al centro del complesso immobiliare dell’istituzione, occupa attualmente una posizione strategica, che corrisponde perfettamente alla sua funzione. Essa rende in tal modo accessibili le risorse del suo fondo, senza dubbio unico in Europa, sia ai giuristi che operano nell’ambito dell’istituzione che ai ricercatori esterni di alto livello, ammessi su richiesta.
La sala di lettura, ripartita su tre livelli, è uno spazio accogliente e caloroso, in contrapposizione all’idea di austerità troppo spesso collegata a quella di biblioteca, ma è anche un luogo calmo e riposante, propizio allo studio e alla ricerca.

 
 

brique

   
   

Al livello 00, l’utente viene accolto dal personale dell’helpdesk che gli fornirà consigli ed assistenza. Nello stesso luogo, l’utente potrà consultare egli stesso il catalogo in linea nonché le altre fonti elettroniche di informazione messe a sua disposizione. Su questo stesso livello si trova la raccolta detta «di riferimento», comprendente le opere di diritto dell’Unione più richieste. Vi si trovano anche le raccolte di monografie, le serie integrali dei periodici di diritto dell’Unione e i nuovi acquisti accessibili su scaffali di presentazione ad hoc.

Degno di particolare nota è il fatto di aver direttamente accesso, attraverso armadi rotanti, ai fascicoli dell’anno in corso delle riviste e dei periodici giuridici ai quali la biblioteca è abbonata, che provengono da tutti i Paesi d’Europa e oltre e il cui numero supera attualmente i 900.

Al livello 01, sono disponibili per la consultazione le raccolte di teoria generale del diritto, di diritto comparato e di diritto internazionale e una parte delle raccolte del diritto degli Stati membri, mentre l’altra parte è accessibile al livello 02.

 
       

pixel      

Biblioteca

fleche D

L'accesso alla biblioteca     
       
   

È un insieme di circa 70000 volumi, ordinati su più di 3 500 metri lineari di scaffali, che viene in tal modo offerto in accesso diretto agli utenti della biblioteca. Questa è tuttavia solo una parte del suo patrimonio, poiché altri 80000 volumi, ripartiti tra dottrina relativa al diritto di taluni Stati terzi, serie complete di periodici (Gazzette ufficiali degli Stati membri, raccolte di giurisprudenza) e dizionari, sono immagazzinati nei locali della Torre B del complesso, accessibili direttamente attraverso una passerella dal livello 01 della sala di lettura.

 
 

brique

   
   

Affinché gli utenti possano approfittare nelle migliori condizioni di tale fondo, la sala di lettura è dotata di circa 80 postazioni di lavoro, comode ed ergonomiche, ripartite sui tre livelli. Tra gli utenti più assidui vanno menzionati i collaboratori dei Membri dei due organi giurisdizionali dell’Unione, nonché i giuristi del servizio ricerca e documentazione, il quale costituisce il secondo pilastro della Direzione generale nella quale si inserisce la biblioteca. Infatti, questi ultimi, nell’ambito del loro compito di assistenza all’attività giurisdizionale, sono spesso chiamati ad approfondire temi di diritto dell’Unione, internazionale e comparato destinati a nutrire la riflessione che precede la decisione giudiziaria. La biblioteca e la ricerca e documentazione vivono così in simbiosi, in quanto gli studi della seconda sono condotti principalmente sulla scorta del materiale fornito dalla prima.

La sistemazione della biblioteca nei suoi nuovi locali segna una tappa importante nel suo sviluppo consentendole di attingere con maggior profitto al suo patrimonio e fornendole lo spazio che richiede l’esplosione della dottrina giuridica, in particolare nel campo del diritto dell’Unione.

La sistemazione della biblioteca nei suoi nuovi locali segna una tappa importante nel suo sviluppo consentendole di attingere con maggior profitto al suo patrimonio e fornendole lo spazio che richiede l’esplosione della dottrina giuridica, in particolare nel campo del diritto dell’Unione.