Language of document : ECLI:EU:T:2007:383





Sentenza del Tribunale (Seconda Sezione ampliata) 12 dicembre 2007 – Irlanda e a. / Commissione

(cause riunite T‑50/06, T‑56/06, T‑60/06, T‑62/06 e T‑69/06)

«Aiuti di Stato – Direttiva 92/81/CEE – Accisa sugli oli minerali – Oli minerali utilizzati come combustibile per la produzione di allumina – Esenzione concessa dalle autorità francesi, irlandesi e italiane – Aiuti nuovi – Aiuti esistenti – Obbligo di motivazione – Vizio dell’atto rilevato d’ufficio»

Aiuti concessi dagli Stati – Decisione con cui la Commissione accerta l’incompatibilità di un aiuto con il mercato comune – Decisione relativa ad un’esenzione dalle accise autorizzata dal Consiglio su proposta della Commissione conformemente alla direttiva 92/81 – Omesso esame di una possibile qualificazione come aiuto esistente – Difetto di motivazione [Artt. 88, nn. 1 e 2, CE e 253 CE; regolamento del Consiglio n. 659/1999, art. 1, lett. b), lett. v); direttiva del Consiglio 92/81, art. 8, n. 4] (v. punti 52‑64)

Oggetto

Domande di annullamento della decisione della Commissione 7 dicembre 2005, 2006/323/CE, relativa all’esenzione dall’accisa sugli oli minerali utilizzati come combustibile per la produzione di allumina nella regione di Gardanne, nella regione di Shannon e in Sardegna cui hanno dato esecuzione la Francia, l’Irlanda e l’Italia rispettivamente (GU 2006, L 119, pag. 12).

Dispositivo

1)

Le cause T‑50/06, T‑56/06, T‑60/06, T‑62/06 e T‑69/06 sono riunite ai fini della sentenza.

2)

La decisione della Commissione 7 dicembre 2005, 2006/323/CE, relativa all’esenzione dall’accisa sugli oli minerali utilizzati come combustibile per la produzione di allumina nella regione di Gardanne, nella regione di Shannon e in Sardegna cui hanno dato esecuzione la Francia, l’Irlanda e l’Italia rispettivamente, è annullata.

3)

Il ricorso nella causa T‑62/06 è respinto per il resto.

4)

La Commissione sopporterà le proprie spese e quelle sostenute dalle ricorrenti, comprese quelle attinenti al procedimento sommario nella causa T‑69/06 R.