Language of document : ECLI:EU:F:2013:179

ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DELL’UNIONE EUROPEA

(Prima Sezione)

8 novembre 2013

Causa F‑9/13

Luigi Marcuccio

contro

Commissione europea

«Funzione pubblica – Termine di ricorso – Tardività – Ricorso manifestamente irricevibile»

Oggetto: Ricorso, proposto ai sensi dell’articolo 270 TFUE, applicabile al Trattato CEEA ai sensi del suo articolo 106 bis, con il quale il sig. Marcuccio chiede, in sostanza, l’annullamento della decisione della Commissione europea di procedere alla compensazione tra crediti reciprocamente vantati.

Decisione:      Il ricorso è respinto in quanto manifestamente irricevibile. Il sig. Marcuccio sopporta le proprie spese ed è condannato a sopportare le spese sostenute dalla Commissione europea.

Massime

Ricorsi dei funzionari – Termini – Dies a quo – Notifica – Nozione – Decisione di rigetto del suo reclamo inviata a un funzionario in una lingua di cui egli ha sufficiente padronanza – Inclusione

(Statuto dei funzionari, art. 91, § 3)

È regolare la notifica di una decisione, con la quale si respinge un reclamo, in una lingua diversa sia dalla lingua madre del funzionario sia da quella in cui è stato redatto il reclamo, purché l’interessato possa venirne utilmente a conoscenza.

(v. punto 24)

Riferimento:

Tribunale di primo grado: 7 febbraio 2001, Bonaiti Brighina/Commissione, T‑118/99, punti 16‑19