Language of document :

Ricorso proposto il 2 luglio 2012 – ZZ / Commissione

(Causa F-67/12)

Lingua processuale: l’italiano

Parti

Ricorrente: ZZ (rappresentante: G. Cipressa, avvocato)

Convenuta: Commissione europea

Oggetto e descrizione della controversia

L’annullamento della decisione di rigetto della domanda del ricorrente mirante ad ottenere il risarcimento del danno subito a causa del fatto che la convenuta ha inviato una lettera relativa all’eventuale ripresa del servizio del ricorrente e di risposta a talune istanze di quest’ultimo ad un avvocato che ha difeso il ricorrente in numerose cause, ma al quale il ricorrente non ha dato un mandato generale.

Conclusioni del ricorrente

Annullare la decisione, comunque formatasi, mercé la quale venne in essere il rigetto, da parte della Commissione, della domanda datata 20 maggio 2011, che l’attore inoltrò all’Autorità investita del potere di nomina;

quatenus oportet, annullare l’atto, comunque formatosi, di ripulsa, da parte della Commissione, del reclamo, datato 1 dicembre 2011, avverso la decisione di rigetto della domanda datata 20 maggio 2011 e per l’annullamento di quest’ultima decisione di rigetto nonché l’accoglimento della domanda datata 20 maggio 2011;

quatenus oportet, annullare la nota datata 9 marzo 2012;

condannare la Commissione a risarcire il danno, ingiustamente subito dal ricorrente a cagione dell’invio all’avv. Giuseppe Cipressa, da parte della Commissione, della nota riconducibile alla Commissione, priva di data, mercé la corresponsione, in favore dell’attore, della somma di EUR 10.000,ovvero quella somma maggiore o minore che il Tribunale riterrà giusta ed equa;

condannare la Commissione ad elargire all’attore, a decorrere dal giorno successivo a quello in cui la domanda datata 20 maggio 2011 pervenne alla Commissione e fino all’effettivo pagamento della somma di EUR 10.000,00, gli interessi su quest’ultima, nella misura del 10% all’anno e con capitalizzazione annuale;

condannare la Commissione alle spese.