Language of document :

Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dall’Audiencia Provincial de Alicante (Spagna) il 25 giugno 2015 – Ana María Palacios Martínez / Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, S.A.

(Causa C-307/15)

Lingua processuale: lo spagnolo

Giudice del rinvio

Audiencia Provincial de Alicante

Parti

Ricorrente: Ana María Palacios Martínez

Appellata: Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, S.A.

Questioni pregiudiziali

Se sia compatibile con il principio di non vincolatività sancito dall’articolo 6, paragrafo 1, della direttiva 93/13/CEE del Consiglio, del 5 aprile 1993 1 , concernente le clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori, la circostanza che gli effetti restitutori derivanti dalla dichiarazione di nullità di una clausola di tasso minimo (cláusula suelo), in quanto tale clausola sarebbe abusiva, inserita in un contratto di mutuo non retroagiscano alla data di stipula del contratto, bensì a una data posteriore.

Se il criterio di buona fede degli ambienti interessati che funge da fondamento della limitazione dell’efficacia retroattiva discendente da una clausola abusiva sia una nozione autonoma del diritto dell’Unione che debba essere interpretata in modo uniforme dall’insieme degli Stati membri.

In caso di risposta affermativa, quali requisiti debbano essere soddisfatti per determinare l’esistenza della buona fede degli ambienti interessati.

In ogni caso, se sia conforme alla buona fede degli ambienti interessati l’operato del professionista che, nell’elaborazione del contratto, ha determinato la mancanza di trasparenza all’origine dell’abusività della clausola.

Se il rischio di gravi inconvenienti che funge da fondamento della limitazione dell’efficacia retroattiva discendente da una clausola abusiva sia una nozione autonoma del diritto dell’Unione che debba essere interpretata in modo uniforme dall’insieme degli Stati membri.

In caso di risposta affermativa, quali criteri debbano essere presi in considerazione.

Se il rischio di gravi inconvenienti debba essere valutato prendendo in considerazione solo il rischio che potrebbe verificarsi per il professionista o se si debba tenere conto anche del danno arrecato ai consumatori dalla mancata restituzione integrale degli importi versati in virtù della suddetta clausola di tasso minimo.

____________

1 GU L 95, pag. 29.