Language of document : ECLI:EU:C:2021:754

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA CORTE

9 settembre 2021 (*)

«Cancellazione dal ruolo»

Nella causa C‑419/19,

avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dal Tribunale amministrativo regionale per il Lazio (Italia), con ordinanza del 26 aprile 2019, pervenuta in cancelleria il 29 maggio 2019, nel procedimento

Irideos SpA

contro

Poste Italiane SpA,

nei confronti di:

Fastweb SpA,

Tim SpA,

IL PRESIDENTE DELLA CORTE,

vista la fase scritta del procedimento,

considerate le osservazioni presentate:

–        per la Irideos SpA, da P.F. Giuggioli e B. Nascimbene, avvocati;

–        per la Poste Italiane SpA, da A. Fratini, L. Torchia e A. Sandulli, avvocati;

–        per la Tim SpA, da F.S. Marini, avvocato;

–        per il governo italiano, da G. Palmieri, in qualità di agente, assistita da D. Del Gaizo, avvocato dello Stato;

–        per la Commissione europea, da L. Haasbeek, P. Ondrůšek e G. Gattinara, in qualità di agenti,

sentito l’avvocato generale M. Bobek,

ha emesso la seguente

Ordinanza

1        Con lettera del 3 novembre 2020, la cancelleria della Corte ha trasmesso al giudice del rinvio la sentenza pronunciata il 28 ottobre 2020, Pegaso e Sistemi di Sicurezza (C‑521/18, EU:C:2020:867), invitandolo a comunicare se, alla luce di tale sentenza, esso intendesse mantenere in essere la sua domanda di pronuncia pregiudiziale.

2        Con ordinanza del 12 luglio 2021, pervenuta alla cancelleria della Corte in pari data, il Tribunale amministrativo regionale per il Lazio (Italia) ha informato la Corte che non intendeva mantenere in essere detta domanda di pronuncia pregiudiziale.

3        In tali circostanze, si deve ordinare la cancellazione della presente causa dal ruolo della Corte, in applicazione dell’articolo 100 del regolamento di procedura della Corte.

4        Nei confronti delle parti nel procedimento principale la presente causa costituisce un incidente sollevato dinanzi al giudice nazionale, cui spetta quindi statuire sulle spese. Le spese sostenute da altri soggetti per presentare osservazioni alla Corte non possono dar luogo a rifusione.

Per questi motivi, il presidente della Corte così provvede:

La causa C419/19 è cancellata dal ruolo della Corte.

Lussemburgo, 9 settembre 2021

Il cancelliere

 

      Il presidente

A. Calot Escobar

 

      K. Lenaerts


* Lingua processuale: l’italiano.