SENTENZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DELL’UNIONE EUROPEA

(Terza Sezione)

21 maggio 2014

Causa F‑46/13

Victor Navarro

contro

Commissione europea

«Funzione pubblica – Agente contrattuale – Assunzione – Invito a manifestare interesse EPSO/CAST/02/2010 – Condizioni di assunzione – Qualificazioni minime richieste per l’assunzione – Esperienza professionale adeguata – Rigetto della domanda di assunzione – Procedimento in contumacia»

Oggetto: Ricorso proposto ai sensi dell’articolo 270 TFUE, applicabile al Trattato CEEA in forza del suo articolo 106 bis, con cui il sig. Navarro chiede l’annullamento della decisione della Commissione europea del 4 ottobre 2012, recante rigetto della sua domanda di assunzione come agente contrattuale del gruppo di funzioni II, nonché il risarcimento del danno.

Decisione:      Il ricorso è respinto. Ciascuna parte sopporterà le proprie spese.

Massime

Ricorsi dei funzionari – Valutazione della legittimità dell’atto impugnato in base agli elementi di fatto e di diritto esistenti al momento della sua adozione

(Statuto dei funzionari, art. 91)

La legittimità di un atto è valutata in base in base agli elementi di fatto e di diritto esistenti al momento della sua adozione.

(v. punto 29)

Riferimento:

Tribunale di primo grado: 11 luglio 2007, Centeno Mediavilla e a./Commissione, T‑58/05, punto 151

Tribunale della funzione pubblica: 29 settembre 2011, Mische/Commissione, F‑70/05, punto 70